a

Facebook


Copyright 2018
Associazione Forense Nazionale Italiana

AVVOCATO IN COSTITUZIONE MA NON IN CASSAZIONE Avv. Enrico Calabrese*, Avv. Antonino Ciavola*, Notaio Dott. Filippo Morello*, Avv. Alessia Falcone*

(scarica pdf) [3d-flip-book mode="fullscreen" urlparam="fb3d-page" pdf="https://www.associazioneforensenazionaleitaliana.it/wp-content/uploads/2019/09/AFNICOMUNICATO23919-1.pdf"]    ...

Continua a leggere

Cass. civ. Sez. III, Ord., 19-07-2019, n. 19520. Pres. AMENDOLA. Rel. VALLE. L’adempimento dell’incarico professionale impone all’avvocato di assolvere, sia all’atto del conferimento del mandato che nel corso dello svolgimento del rapporto, (anche) ai doveri di sollecitazione, dissuasione ed informazione del cliente.

Svolgimento del processoA.B. agì in giudizio dinanzi al Tribunale di Padova al fine di ottenere la condanna degli avvocati Sa.Gi. e R.L. per non avergli consigliato di agire in sede civile per ottenere la cancellazione dal bollettino protesti in relazione alla iscrizione per tre cambiali a sua firma, protestate, affermando che l'avvocato Sa. gli aveva detto che prima della definizione del processo penale di falso nulla poteva farsi e l'avvocato R. si era limitata ad assisterle nella materia penale. Il A. proponeva, altresì, opposizione ai decreti monitori per prestazioni professionali ottenuti dall'avvocato Sa. nei suoi confronti.A seguito della costituzione in giudizio nelle cause di responsabilità professionali dei due legali avvocati Sa. e R. venne chiamata in manleva la Assicuratrice Milanese S.p.a., che eccepiva la prescrizione del diritto all'indennizzo per l'avvocato Sa. e precisava che la copertura era limitata alla sola responsabilità diretta degli assicurati, nell'ambito della polizza assicurativa. Il Tribunale di Padova, riunite le cause, rigettò sia la domanda di accertamento e condanna per responsabilità professionale degli avvocati Sa. e R. sia le opposizioni ai decreti ingiuntivi.La Corte di Appello di Venezia, adita dal A., confermò la decisione del Tribunale.Avverso la sentenza di appello ricorre A. con quattro motivi di ricorso ai sensi dell'art. 360 c.p.c., comma 1, nn. 3 e 4, in relazione all'art. 116 c.p.c., artt. 2697, 2727 e 2729 c.c., art. 184 bis c.p.c. e R.D.L. n. 1578 del 1933, art. 91, art. 1176 c.c., comma 2 e art. 2236 c.c..Resistono con separati controricorsi Sa.Gi., R.L. e l'Assicuratrice Milanese S.p.a..Nel proprio controricorso R.L. eccepisce l'improcedibilità del ricorso in quanto l'attestazione di conformità sarebbe stata apposta direttamente sulla copia del provvedimento notificato con modalità telematiche. Il ricorrente A. ed i controricorrenti Sa. e R. hanno depositato memorie per l'adunanza camerale.Motivi della decisioneIl primo motivo di ricorso deduce ai sensi dell'art. 360 c.p.c., comma 1, nn. 3 e 4, violazione del principio di vicinanza della prova nonchè del principio generale di cui all'art. 116 c.p.c. e dall'art. 2697 c.c., in applicazione degli artt. 1175 e 1375 c.c..Il secondo mezzo assume violazione e falsa applicazione dell'art. 116 c.p.c., artt. 2727 e 2729 c.c. e vizio di motivazione.Il terzo motivo denuncia violazione o falsa applicazione del previgente art. 184 bis c.p.c. e vizio di motivazione. Infine il quarto mezzo deduce violazione e falsa applicazione del R.D.L. n. 1578 del 1933, art. 91, art. 1176 c.c., comma 2 e art. 2236 c.c..L'eccezione di improcedibilità del...

Continua a leggere

Eletto il nuovo Presidente del Comitato Distrettuale di Catania dell’AFNI

Il 31 agosto 2019 è stato eletto nuovo Presidente del Comitato Distrettuale di Catania, dell'A.F.N.I., l'Avv. Giovanni Ingrascì, del Foro di Catania, che subentra all'Avv. Enrico Gurrieri. L'Associazione Nazionale Forense Italiana ringrazia l'Avv. Enrico Gurrieri per il valido apporto fornito e fa i migliori auguri al neo eletto presidente Distrettuale Avv. Giovanni Ingrascì. ...

Continua a leggere

AFNI 31 AGOSTO 2019: NOI C’ERAVAMO!

Anche quest’anno la nostra festa annuale (7°) è stata una splendida occasione di incontro e conferma di   consolidati rapporti umani e professionali fra un gruppo di Amici e Colleghi che si sono aggregati e ritrovati sotto la bandiera dell’A.F.N.I. La piacevole serata, la splendida “location” (come si dice oggi) ed il buon cibo sono stati condimenti importanti per la riuscita dell’evento; ma l’elemento determinante di una serata così indimenticabile è tutto condensato nei sorrisi e nell’allegria che aleggiava nel numeroso gruppo, fra cui tanti “nuovi”, trovatisi subito a loro agio, il che ricompensa gli sforzi organizzativi del nostro Cerimoniere (Angelo Di Lorenzo) a cui va un sincero ringraziamento al pari del nostro Tesoriere ( Rosamaria Gaeta). Un pensiero speciale va al nostro insostituibile Vittorio Cannizzaro (con la sua splendida moglie ed i suoi – ormai anche nostri – amici): l’incontro annuale dell’A.F.N.I. senza di loro non sarebbe la stessa cosa. Grazie Vittorio a te e Giovanna per la vostra presenza ed il senso di appartenenza che dimostrate nei confronti del gruppo e che mi auguro possa essere contagioso. La serata è stata, anche, caratterizzata dalla presenza dell’Avv. Luigi Maria Vitali (Segretario Nazionale di Azione Forense) e della sua splendida famiglia: è stato un segno di attenzione e partecipazione che l’A.F.N.I. ha molto apprezzato e di cui lo ringraziamo. A margine dell’evento ci sono state anche importanti novità nell’assetto istituzionale dell’A.F.N.I. SI è infatti provveduto, nel corso del CDN, alla sostituzione dell’insostituibile (!) Avv. Giorgio Rizza, Segretario Generale dell’A.F.N.I., con l’Avv. Marco Mazzeo Viante. I nuovi inaspettati (nella consistenza) quanti graditissimi impegni professionali dell’Avv. Rizza (che rimane anche nostro Consigliere Nazionale) hanno determinato questa necessità. Grazie a Giorgio per quanto ha fatto ed ancora farà, ne siamo certi, e grazie a Marco che si è sobbarcato questo nuovo impegno di cui, siamo certi, sarà all’altezza conoscendone doti e determinazione. Nel contempo il Direttivo del Comitato Distrettuale di Catania ha proceduto alla sostituzione del Presidente Distrettuale, Avv. Enrico Gurrieri, con il neo eletto Presidente Distrettuale Avv. Giovanni Ingrascì. Anche Enrico ha chiesto “soccorso” per i notevoli impegni che lo hanno indotto ad alleggerire i suoi impegni istituzionali nell’A.F.N.I. ( di cui rimane addetto stampa e componente del Comitato eventi). Grazie anche ad Enrico quindi per la sua collaborazione, che continua, e grazie a Giovanni che ha accettato il prestigioso e rilevante incarico quale è quello di rappresentare l’A.F.N.I. nel Foro di Catania. Nella proficua serata, anche...

Continua a leggere